Arredo bagno: 4 stili da cui prendere ispirazione

Il bagno piccolo

Chi ha un bagno molto piccolo, per poter avere un risultato eccezionale deve prediligere uno stile pulito ed essenziale dovrà ricercare la massima pulizia delle forme preferendo mobili lineari senza decori e possibilmente anche senza maniglia. I colori da prediligere sono quelli classici del bianco, toni del grigio e altre nuance molte tenue che hanno il vantaggio di riflettere la luce, perfetto per un bagno piccolo che va allargato con questo effetto visivo. Per poter avere un bagno ancora più luminoso, le superfici dei mobili possono esser lucide e lo specchio sarà grande e squadrato senza cornice. Altri elementi che possono caratterizzare questo stile sono le piantane WC da preferire squadrate e molto essenziali, preferibilmente in color acciaio brillante e riflettente.

Il bagno eccentrico e stravagante

Una tendenza che si vede in diverse bangi e toilette è lo stravagante ed eccentrico che può andar bene per chi ha una forte personalità e ha voglia di un tocco diverso anche in questo ambiente. Via libera alla sperimentazione di tinte per il muro molto vivaci, a patto di preferire uno smalto idrorepellente per evitare che l’umidità in eccesso impregni i muri. Si possono utilizzare delle stampe oppure una carta da pareti apposita con motivi floreali, geometrici oppure un mix di ambedue. Invece dell’austero e lineare box doccia, sarebbe opportuno preferire una vasca da bagno free standing con piedini decorati e rubinetti in stile Luigi XVI. Anche in questo caso, il porta salviette e le piantane WC devono esser coordinati come tutto il resto per creare coesione e rendere lo stile apprezzabile e non un’accozzaglia di elementi che non c’entrano uno con l’altro.

Il bagno contemporaneo

Un bagno in stile contemporaneo è una scelta che di caratterizza per la presenza dei rivestimenti sulle pareti e i sanitari sospesi. In questo caso infatti, il pavimento sarà in piastrelle e anche i rivestimenti saranno tali. Si possono addirittura utilizzare le medesime piastrelle per ambedue gli usi così da creare continuità. Si usa moltissimo oggi il mosaico che può essere una scelta valida per i rivestimenti del box doccia e dietro al lavandino, un uso massiccio del mosaico potrebbe essere eccessivo. I sanitari e il mobile del lavabo vanno alzati da terra con appositi scarichi.

Il bagno rustico

Lo stile del bagno può anche essere rustico se si aggiungono molti dettagli in legno e pezzi di recupero. Il legno può essere oggi tranquillamente inserito in un bagno grazie a pavimentazioni che sono state rese resistenti: si tratta del pavimento in laminato che riproduce l’effetto legno senza però la sua nota suscettibilità a umidità e acqua. In tale maniera, diventa possibile pavimentare un bagno con il finto legno che si può ritrovare come materiale principale sugli arredi. Il lavandino può essere realizzato recuperando un vecchio contenitore in rame che viene adattato sul mobile, il quale può essere anche in muratura grazie all’uso del cartongesso. La scelta di altri dettagli come le piantane WC deve essere conseguente, preferendo elementi non troppo moderni e squadrati.