Chi è il responsabile della caldaia e dell’impianto: i 3 casi più comuni

Il responsabile della caldaia e dell’impianto è segnato sulla prima pagina del libretto dalla caldaia stessa ma esso può cambiare in base alle diverse situazioni. I compiti del responsabile sono quelli classici per occuparsi dell’impianto del suo corretto funzionamento. Vediamo ora nel dettaglio i 3 casi più comuni-

Il proprietario. Di solito, la responsabilità della caldaia spetta al proprietario della casa dove è installata. La caldaia si trova all’interno dell’abitazione o nel giro scale e serve per la produzione di acqua calda e per il riscaldamento di una singola unità abitativa erpicò i consumi e la relativa bolletta sono a carico del proprietario. Questa figura ha il compito di chiamare il tecnico della ditta di termoidraulica Roma ogni volta che è necessario e sostenere il relativo costo. Il proprietario è responsabile anche di altre caldaie in eventuali seconde case.

L’affittuario. La responsabilità della caldaia cambia nel momento in cui il proprietario dà in affitto l’abitazione servita dall’apparecchio in questione. In questo caso, sul libretto vien cambiato il nome del responsabile, mettendo quello dell’affittuario il quale deve chiamare lui la ditta di termoidraulica per i controlli regolari e anche per la risoluzione di un eventuale guasto. A sua discrezione, può cambiare ditta a patto che si tratta di una realtà abilitata. I costi degli interventi sono tutti a suo carico e non vanno divisi con il padrone di casa. se il contratto di affitto scadesse o l’inquilino decidesse di andarsene, non più lui il responsabile ma torna ad esserlo il proprietario fino a quando non trova nuovo altro inquilino.

L’amministratore di condominio. Una situazione particolare la si ha nel momento in cui la caldaia è di tipo centralizzata, in questo caso vi è un solo apparecchio che serve per la produzione di acqua calda e il riscaldamento di tutti gli appartamenti di un unico stabile. La caldaia non è di proprietà di nessuno perciò vien gestita dall’amministratore di condominio che chiama la ditta di termoidraulica Roma quando serve. In questo caso, i costi relativi ai lavori eseguiti sull’apparecchio sono divisi tra i condomini che hanno un grande risparmio.