Il mercato luce e gas in Italia

A seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica gli utenti possono scegliere liberamente il proprio fornitore di luce e gas. Ciò significa che non solo non è necessario aderire al mercato tutelato in prima istanza, ma anche che si può cambiare il fornitore delle utenze in base alle proprie esigenze senza dover subire alcuna penalità pecuniaria. Al tempo stesso un utente può decidere di tornare al mercato tutelato se ritiene che offra condizioni migliori, recedendo dal contratto di fornitura di energia elettrica e gas in essere. Bisogna comunque tenere a mente che le condizioni di servizio e le modalità di mercato sono diverse nel caso di fornitori di gas oppure di energia elettrica. Nel primo caso il servizio tutelato può essere offerto da qualunque azienda fornitrice; nel secondo, invece, il servizio di maggior tutela viene affidato al fornitore collegato al distributore locale. Il mercato libero si caratterizza per comprendere oltre 300 società distributrici per il gas e oltre 400 per l’energia elettrica (dati risultanti dall’ultima relazione dell’Aeegsi, l’Autorità preposta al controllo del settore). Inoltre la maggior parte di queste realtà operano sull’intero territorio nazionale e in entrambi i settori. Quando aderisce a questa tipologia di mercato, il consumatore ha la possibilità di scegliere il fornitore che preferisce tra gli operatori della zona geografica di residenza.

La forma transitoria per il passaggio di sistema

Per poter effettuare il passaggio dal mercato tutelato a quello libero è stato previsto un regime sperimentale transitorio denominato Tutela Simile che viene monitorato da Aeegsi. In questo caso, oltre ai requisiti minimi obbligatori, gli operatori di energia elettrica ammessi al sistema possono applicare soluzioni aggiuntive. Le aziende che possono presentare le offerte devono possedere requisiti specifici, come onorabilità, solidità economica e finanziaria e natura operativa. Inoltre bisogna garantire al cliente uno sconto sulla prima fattura. L’adesione avviene solo online senza costi di intermediazione e prevede l’uso di un contratto standard e soltanto la fornitura di energia elettrica.

Come scegliere il fornitore di luce e gas

​Dopo la liberalizzazione del mercato dell’energia in Italia si è assistito a una forte crescita nel numero delle società che si occupano della fornitura di luce e gas. Per migliorare il livello di competitività molte di queste aziende offrono pacchetti davvero variegati oppure servizi aggiuntivi. Proprio per questo motivo è bene confrontare con attenzione le tariffe proposte e le varie offerte per poter effettuare una scelta consapevole e optare sempre per il miglior fornitore. Al tempo stesso si consiglia di rimanere in costante aggiornamento in quanto il mercato della fornitura di energia elettrica e gas è in continua evoluzione. La necessità di seguire le evoluzioni del settore si spiega anche con il fatto che nel 2018 sarà abolito il servizio di maggior tutela, quindi tutti gli utenti dovranno sottoscrivere un contratto di utenza con un fornitore nel mercato libero. Per scegliere la soluzione migliore per le proprie esigenze è necessario valutare un’ampia gamma di fattori: ad esempio le tariffe per l’energia elettrica possono essere monorarie oppure biorarie. Questa seconda opzione è consigliata per gli utenti che hanno consumi maggiori nelle ore notturne, mentre la prima è praticata soprattutto se si utilizzano i dispositivi elettrici durante il giorno. In secondo luogo bisogna verificare se le tariffe di gas e luce siano fisse oppure varino a seconda dell’andamento del mercato: la scelta tra le due tipologie dipende dai trend del settore energetico e dalle proprie esigenze.

Perché scegliere Wekiwi

Wekiwi Energia è una delle società che di recente è entrata nel mercato della fornitura di energia elettrica e gas, tuttavia si distingue dalla maggior parte dei concorrenti per alcuni elementi peculiari. Innanzitutto si tratta di un’azienda digitale, quindi consente al cliente di sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia: di conseguenza si riesce a ridurre al minimo i costi di gestione delle utenze. Il servizio si caratterizza per un approccio diretto e trasparente grazie al quale poter gestire completamente tramite internet la fornitura di gas, energia elettrica oppure entrambi. Si tratta di una soluzione che permette di eliminare gli eventuali intermediari e di monitorare i consumi delle proprie utenze attraverso il proprio account web o attraverso l’app dell’azienda. La stessa configurazione di Wekiwi Energia consente di poter garantire alla clientela alcuni servizi aggiuntivi. Ad esempio è possibile determinare la propria carica: in questo modo si riesce a evitare la stima arbitraria da parte della società, come avviene con la maggior parte dei fornitori di luce e gas. Così si definisce per contratto l’importo mensile che, in assenza delle letture da parte del distributore, il cliente versa come acconto. Successivamente, una volta che il distributore comunica i dati di lettura del cliente, Wekiwi Energia effettua il conguaglio. Infine si decide quante fatture ricevere durante l’anno che vengono poi inviate via email, addebitando direttamente i pagamenti sul conto corrente.