Il trasferimento privato: quali sono le ragioni, come avviene l’organizzazione e di chi è la responsabilità

Le ragioni per il trasferimento privato

La maggior parte delle volte che una persona vuole cambiare struttura del suo ricovero è dovuto alla lontananza. Se anche tu sei stato ricoverato in una casa di cura, in un ospedale o in una clinica lontananza da casa per via di mancanza di posti letti vicini, sai di che cosa si sta parlando. Diventa difficile, a causa della lontananza, per i tuoi parenti e amici venire a trovarti e prestarti l’assistenza pomeridiana di cui hai bisogno. In altri casi, certe persone desiderano spostarsi perché non sono soddisfatte del trattamento ricevuto, magari preferiscono recarsi dove lavora una parente o una conoscente così da sentirsi più tranquilli. Alcuni, infine, desiderano cambiare perché presso l’attuale struttura è avvenuto il decesso di un proprio caro perciò non si sentono a proprio agio e vogliono andare altrove.

L’organizzazione del traporto privato

Nel caso in cui tu voglia cambiare ospedale per il tuo ricovero, devi organizzare tuto da te contattando una società di ambulanze private Roma che ti fornisce il mezzo di cui hai bisogno perché le ambulanze di tipo pubblico devono restare libere nel caos in cui dovesse sorgere un’emergenza di tipo medica. I costi relativi al trasporto per motivi personali sono tutti a carico tuo e non del SSN. Alla società di ambulanze private Roma devi comunicare le patologie di cui soffri, i farmaci che prendi nonché la necessità o meno di dotazioni per il trasporto dei disabili, oltre che la data e il luogo del trasferimento.

La responsabilità in caso di complicazioni

Se hai espresso la volontà di cambiare struttura ospedaliera per il tuo ricovero per motivi di natura personale e non medica, sei tenuto a firmare una lettera di auto dimissioni con la quale di assumi tute le responsabilità. Questo vuol dire che in caso di complicazioni durante il trasporto, i medici non hanno alcun tipo di responsabilità ma sono tutte tue dato che sei stato tu a voler venir via dall’ospedale.