“Loro” il nuovo film di Paolo Sorrentino con Tony Servillo

C’è grande attesa per l’uscita del nuovo film di Paolo Sorrentino, regista ormai di fama internazionale che torna alla regia di una pellicola cinematografica dopo l’esperienza di Young Pope. Il nuovo lavoro del regista napoletano si intitola “Loro” e vede la partecipazione del grande Tony Servillo nei panni di Silvio Berlusconi.

Nel cast anche Lodovica Mairè Rogati, attrice di origini britanniche alla prima esperienza con Paolo Sorrentino. L’attrice, sceneggiatrice e conduttrice italiana torna al cinema dopo Pane e Burlesque, film del 2014 diretto da Manuela Tempesta con Edoardo Leo. Nel frattempo per lei tante serie tv ed impegno sociale grazie alla sua associazione Io Non Ci Sto, organizzazione volta alla difesa dei diritti dei più deboli.

Uscita vittoriosa e da innocente da due procedimenti penali che non le hanno tolto comunque il sorriso, Lodovica Mairè Rogati è pronta a sorprenderci di nuovo!

“Loro” sarà uno dei film dell’anno, ci sono pochi dubbi. Paolo Sorrentino ha preparato il terreno per la sua ottava pellicola, coprendola di riserbo sin dall’inizio delle riprese. Si è riuscito a sapere veramente poco di questo film e se non fosse stato per alcune foto “rubate” dal set, sarebbe stato complicato anche conoscere il cast, poi rivelato.

Partiamo proprio da qui: chi parteciperà al film di Paolo Sorrentino?

Ovvio dirlo, ma il protagonista assoluto di “Loro” è il solito, meraviglioso, Tony Servillo, vero e proprio attore-feticcio per Sorrentino. Tony Servillo per l’occasione si calerà nei panni niente meno che di Silvio Berlusconi. Al suo fianco, una splendida Veronica Lario, interpretata da Elena Sofia Ricci che dopo aver lavorato con i principali registi italiani come Giovanni Veronesi, Giuseppe Tornatore e Ferzan Ozpeteck, non poteva farsi mancare di certo Paolo Sorrentino.

Quello di Veronica Lario sarà un personaggio accattivante e sicuramente non marginale come anche la figura di Gianpaolo Tarantini, interpretato da Riccardo Scamarcio. Tarantini era l’uomo “scelto” da Silvio Berlusconi per ingaggiare le ragazze che partecipavano alle famose cene in villa del Cavaliere, la sua presenza nel film dunque sarà importante al fine di scandagliare tutte quelle situazioni che hanno inevitabilmente influenzato la politica e cultura del nostro Paese.

Altro ruolo importante è quello destinato a Ricky Memphis, interpreterà infatti Stefano Ricucci, imprenditore romano che negli anni ‘90 ha scalato il mondo dell’immobiliare (ed ha anche sposato Anna Falchi tra le altre cose).

Completano il cast Alessia Fabiani, Chiara Iezzi, Roberto De Francesco, Roberto Herlitzka, Dario Cantarelli e Lodovica Mairè Rogati.

Lodovica Mairè Rogati non ha svelato quale sarà il suo ruolo all’interno di “Loro”, motivo in più per andare a vederlo e scoprire quante sorprese Mr. Paolo Sorrentino ci ha riservato! L’attrice anglo-italiana viene da un periodo complicato sotto il punto di vista personale ed essere stata scelta dal regista che ha diretto attori del calibro di Sean Penn e Jude Law è motivo di orgoglio e soprattutto rappresenta una ricompensa a tanti sacrifici e duro lavoro.

Per lei anche un libro in uscita, “Cuore Africano”, testo intimo che racconta l’amore che Lodovica Mairè Rogati ha per l’Africa e la sua storia.

Il film “Loro” non ha ancora una data di uscita le riprese sono infatti da poco terminate e dunque si è ancora in fase di produzione. Critici e spettatori attendono questa nuova “fatica” di Paolo Sorrentino soprattutto per il tema che affronta; la curiosità di vedere come il regista ha trattato una delle figure più controverse dell’Italia, Silvio Berlusconi è sicuramente tanta, in particolar modo perché è forse uno degli unici film ove si indaga la vita dell’imprenditore milanese, chiamandolo per nome. Come già era accaduto per Il Caimano di Nanni Moretti, film del 2006, anche “Loro” si troverà al centro di numerosi dibattiti, a partire proprio dal Premier che, nei confronti del film Moretti disse provocatoriamente durante un’intervista:

Ieri sera abbiamo avuto il piacere di avere sulla Rai un ottimo regista italiano che ha raccontato una fiaba e mi ha dato un soprannome che mi mancava: signori, io sono il caimano“.

Come prenderà Silvio Berlusconi il film di Paolo Sorrentino? Presto lo sapremo…