Quale parquet scegliere? Massello, laminato o prefinito?

Il legno regala alla casa un aspetto caldo e accogliente, ma tra massello, laminato e prefinito ci sono delle differenze sostanziali che bisogna conoscere se si vuole realizzare un pavimento con questi materiali.

Parquet in massello

Quando si parla di parquet in legno massello ci si riferisce a dei listoni (o listelli, dipende dalle misure e dalla forma che si vuole dare al pavimento) in puro legno nobile. Il costo è ovviamente tra i più elevati ma il risultato è il migliore in assoluto. La durata del parquet in massello è, praticamente, eterna a patto che sia stato trattato e posato nel modo giusto. Ci sono alcuni tipi di parquet che hanno un valore così inestimabile che vengono recuperati da vecchie strutture per essere riutilizzati in nuove abitazioni. Lo spessore dei listoni di parquet varia dai 10 ai 23 mm ed è sicuramente uno dei punti che gioca a favore della robustezza della pavimentazione. Altro ruolo è giocato dalle essenze che si dividono in: legni duri e legni più teneri. Tra i duri e, quindi, extraresistenti, si trova: iroko, doussié e teck.

Il parquet laminato ha fatto passi da gigante

Se una volta il laminato era considerato una soluzione a basso costo e poco attraente, oggi i canoni si sono completamente ribaltati e laproduzione di laminato ha raggiunto livelli veramente elevati. Grazie alle nuove tecnologie di lavorazione, infatti, il laminato non ha nulla da invidiare ad un parquet in legno massello. L’unica cosa che forse li può distinguere è la temperatura: il legno massello è più caldo mentre il laminato, al tatto, è più freddo. Per il resto il risultato sarà veramente piacevole. Anche in questo caso vengono riprodotte tutte le essenze esistenti, come si può vedere su www.parquet-lamianti.it e offre il vantaggio di essere leggero, più facile da installare e economicamente molto più accessibile. Grazie alla tecnologia sono riprodotti anche pavimenti sbiancati o spazzolati e le venature del legno sono ricreate nei minimi particolari. Inoltre il laminato è adatto in quegli ambienti dove il legno è sconsigliato come la cucina e il bagno

.

Parquet prefinito: cosè?

Il parquet prefinito è un’altra versione di parquet che, se vogliamo, può essere una via di mezzo tra massello e laminato. Questo, infatti, viene composto utilizzano un sottile strato di legno nobile incollato ad una base di legno economico. Il risultato è molto bello e il costo è inferiore a quello del legno massello, ma la durata non è certo la stessa. Anche il prefinito non è indicato agli ambienti umidi perché con il tempo tende a ondularsi lo strato di legno nobile e si rischia di ritrovarsi una stanza con il pavimento tutto increspato. Il vantaggio di questi pavimenti, come il laminato, è che si posano facilmente, si possono calpestare subito e non hanno bisogno di trattamenti come, invece necessitano i parquet in legno massello.

Come sempre è indispensabile un’accurata valutazione degli ambienti che devono ospitare il parquet perché le soluzioni possono essere molteplici riguardo al materiale ma anche ai colori e al disegno dell’installazione.