Quando è utile la terapia di coppia? 4 situazioni prese in esame

Una forte situazione di disagio personale

Una persona può affrontare un periodo difficile quando deve superare un lutto, affrontare una dipendenza, trovare un nuovo lavoro etc. D’altronde il partner dovrebbe essere la prima persona che aiuta al meglio per superare un momento difficile. Se il disagio è molto forte e compromette il normale svolgimento della attività quotidiane, potrebbe essere utile l’intervento di uno specialista come lo psicologo Roma Eur.

Ritrovare la serenità e la complicità del rapporto

Il rapporto di coppia potrebbe incrinarsi e i due partner e perdere la serenità che vi era un tempo, potrebbe essere utile una terapia di coppia con lo psicologo Roma Eur. Il desiderio deve partire da almeno un partner, meglio se entrambi così la terapia avrà di certo maggiore successo. Se la relazione non è più soddisfacente, è possibile chiedere l’aiuto di un esperto per capire quali meccanismi sono in atto e che cosa fare per ritrovare la complicità nella coppia.

Logoranti litigi che distruggono il rapporto

Quando i litigi sono continui e incessanti, significa che i due partner non sono più in grado di comunicare tra di loro. Uno dei gli obiettivi principali della terapia di coppia è imparare a esprimere i propri bisogni e sentimenti così da farli comprendere al proprio partner.

Il coinvolgimento dei figli e i relativi risvolti

Una crisi di coppia è peggiore se di mezzo ci sono anche dei figli, bambini, adolescenti o adulti che siano. In particolar modo nei primi due casi, i continui litigi, le vessazioni e le situazioni che si vengono a creare tra i due partner, possono creare un disagio di natura psicologica nei figli, che si possono sentire colpevoli dei quanto sta accadendo. I più piccoli ancora non hanno gli strumenti per poter comprendere la situazione e l’accaduto e potrebbero avere dei problemi. Un segnale di allarme potrebbe essere una repentina perdita di peso, una perdita di interesse verso cose che prima emozionavano, il bullismo (sia subito che realizzato in prima persona), il peggioramento della resa scolpisca, degli attacchi di panico etc.