Videosorveglianza casa da smartphone e tablet: come si fa

I sistemi di videosorveglianza Ip sono sempre più diffusi poiché rappresentano un importante passo verso la sicurezza delle abitazioni. Con il passare degli anni, questi tipi di congegni sono diventati sempre più sofisticati e precisi e al contempo, cosa molto apprezzata dagli utenti, anche meno costosi. Se fino a qualche tempo fa, infatti, i sistemi di videosorveglianza erano appannaggio solamente dei ceti maggiormente abbienti, ora se ne possono dotare un po’ tutti anche senza spendere un patrimonio.

È bene, però, prima definire con esattezza di cosa stiamo parlando. I sistemi di videosorveglianza IP sono costituiti da telecamere che lavorano tramite Internet, ossia sfruttano la Rete per poter comunicare con un computer e perché no, anche con smartphone e tablet. Le apparecchiature di nuova generazione, infatti, sono pensate per consentire anche a chi installa un sistema di videosorveglianza della propria vila o abitazione, di poter controllare in qualsiasi momento, anche tramite lo schermo del telefonino, cosa stanno riprendendo le telecamere posizionate nei punti strategici del perimetro e dell’interno.

CARATTERISTICHE TECNICHE SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA IP

Sì, perché la comodità di questi sistemi moderni è rappresentato proprio dalla semplicità di utilizzo e consultazione. Un tempo, infatti, bisognava sbobinare le cassette a nastro, mentre ora basta disporre sul telefonino di un’apposita app per gestire l’impianto comodamente dal divano di casa o magari dall’altra parte del mondo quando si è in viaggio. Affinché vi possa essere il corretto funzionamento di questi impianti, dunque, occorre innanzitutto che vi sia la corrente elettrica e poi una connessione alla Rete tramite cavo, meglio se WiFi. Le connessioni senza fili ormai sono velocissime e non hanno nulla da invidiare a quelle via cavo, che presentano l’ostacolo in più del dover passare ulteriori fili con tutte le conseguenze che la cosa comporta.

Il vantaggio di questi nuovi strumenti, che viaggiano tramite reti Wifi e si possono comandare anche da telefonini e tablet, è rappresentato principalmente dalla comodità. Di app, infatti, ne esistono di ogni genere e sorta e quelle collegate ai sistemi di videosorveglianza sono ormai molto sofisticate e al contempo semplici da utilizzare tramite interfacce grafiche intuitive. Una volta installata l’applicazione sul telefonino, è possibile sapere in tempo reale cosa sta succedendo dentro o fuori da un’abitazione o da un’attività commerciale. E non è tutto, perché queste apparecchiature si collegano anche a dei server che in caso di intrusione, inviano subito una notifica al cellulare del proprietario dell’immobile. In questo modo, si può essere informati di eventuali allarmi anche quando si è molto lontani dal domicilio o dal negozio.

COSA VALUTARE PRIMA DELL’ACQUISTO

Prima di effettuare l’acquisto, in ogni caso, il consiglio è quello di valutare bene l’impianto che si va ad acquistare, poiché non sono tutti uguali e non rispondono tutti alle stesse esigenze. Tra i fattori di cui si deve tenere conto ci sono i tipi di collegamento supportati, la qualità delle immagini che deve essere migliore possibile, ma soprattutto bisogna analizzare bene gli spazi da monitorare, poiché da qui si decide se optare per telecamere fisse o mobili, comandabili appunto anche da smartphone e tablet.